Stagionali arruolati con documenti falsi

L'arresto per furto di due macedoni, da parte dei Carabinieri di Alba, ha fatto emergere un traffico di documenti di identità contraffatti della Repubblica Ceca; individuato un gruppo di macedoni stanziali nella provincia di Cuneo, che si occupava del reclutamento e dell'illecito ingresso in Italia di manodopera extracomunitaria (per lo più di origine macedone o albanese) che regolarizzava attraverso falsi documenti di identità. Dopo essersi procurato documenti bulgari contraffatti, li presentava alle Agenzie delle Entrate, ottenendo l'assunzione come lavoratori comunitari presso cooperative create ad hoc durante il periodo della raccolta dei prodotti agricoli. Quattro le persone in carcere di cui due già gravate da precedenti, una donna è ai domiciliari, ad Alba, con l'accusa di traffici illeciti, favoreggiamento aggravato dell'ingresso illegale di cittadini stranieri irregolari, dall'utilizzo di documenti falsi, dal numero di stranieri e dall'esistenza fittizia di un rapporto di lavoro.

Altre notizie

Notizie più lette

  1. Targatocn.it
  2. Targatocn.it
  3. Cuneo Cronaca
  4. Gazzetta d'Alba
  5. Alessandria Oggi

Gli appuntamenti

In città e dintorni

SCOPRI TUTTI GLI EVENTI

Belveglio

FARMACIE DI TURNO

    Nel frattempo, in altre città d'Italia...